Cloud Computing?

mercoledì 1 ottobre 2008 alle 01:27 | Pubblicato su Servizi Web Evoluti, Varie | 7 commenti
Tag: ,

Oggi in un quadratino della mia pagina su iGoogle ho notato un titolo di un un’articolo di punto informatico:  “Stallman: dite no al cloud computing“. Il titolo mi ha incuriosito e sono andato a leggere subito l’articolo.

Premetto che ho sentito parlare per la prima volta di cloud computing qualche mese fa leggendo questo post al tempo ho trovato interessante la storia raccontata ma non ho approfondito bene cosa fosse il “cloud computing”, pensando fosse una cosa strettamente legata agli ormai comuni (ma per me poco attraenti) “web service“. Leggendo l’articolo di punto informatico, seppur velocemente, mi è invece sembrato di capire che il cloud computing rientri molto più banalmente in quello che io ormai ho classificato come Web 2.0, ad esempio quando scrivo un blog su wordpress e metto dentro delle immagini che in realtà sono ospitate su flickr.com e includo dei fogli di calcolo di zoho.com o dei video da YouTube faccio del cloud computing (una nuvola di servizi sparsi per il web). Siccome questa mi sembrava troppo semplicistico ho pensato bene di approfondire l’argomento, partendo proprio da www.ubuntista.it.

Guardando solo la prima parte della presentazione di Simone Brunozzi (l’autore del blog http://www.ubuntista.it)  e delle sue slide (sia il video che le slide mi si sono bloccate a metà) mi è sembrato di capire che il concetto è quello. Magari ci potranno essere alcune implementazioni più sofisticate, ma la base è quella. Ed allora come non dare ragione a Stallman. Si può dire che in qualche modo io faccia del cloud computing, ma lo faccio con dati che non ho paura di condividere, ma anzi voglio condividere e rendere pubblici. Non capisco invece come ci si può affidare a simili architetture per applicazioni aziendali, affidando quindi dati più o meno sensibili a provider remoti di cui ben poco sia sa (anche se si trattasse di google con i suoi google documents o gmail o quant’altro).

Questo argomento mi ha ricordato anche un altro post di Sheeri Cabral che lessi tempo fa su pythian: “Open Source: What You Own“, l’argomento mi sembra pertinente. Mentre scrivevo questo post ho notato che sempre su pythian anche Paul Vallee ne parla (“Is Cloud Computing a Trap?“).

In effetti anche all’uscita di chrome, il nuovo browser di google, si è discusso molto del trattamento delle informazioni, anche perchè perchè pare che in un primo momento la licenza d’uso di chrome concedesse in qualche modo il diritto a Google stessa pieni diritti sulle informazioni transitanti sul browser. Ora mi spiego come hanno fatto a rendere le maschere di ricerca così “intelligenti”.

Leggendo l’articolo sul sito del guardian mi sono sentito un po’ stupido. Stallman usa toni abbastanza severi nei confronti del cloud computing bollandolo come una stupidaggine spinta più come una moda che per reale valore.  Pare che alcune critiche, principalmente  sul fatto che il “cloud computing” sia più una “moda” che una reale innovazione,  siano state fatte anche da Larry Ellison. In effetti si parla si parla di “servizi”, di “architetture distribuite”, di “virtualizzazione” e poi di concetti che in effetti non credo di conoscere (ma non escluderei che anche qui si usino nomi nuovi per cose vecchie). Insomma il concetto di riforma in Italia pare si utilizzi anche in informatica.

Per approfondire l’argomento non posso che rimandare tutti, me compreso, a l’Elastic Compute Cloud (Ec2) di Amazon.

P.S. (il giorno dopo)

Vale la pena di approfondire: “Oracle seeds the cloud

Pare che pur ritenendola una sciocca moda, Larry Ellison, molto pragmaticamente, abbia scelto di non opporvisici.

About these ads

7 commenti »

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

  1. certo se la “moda” è quella, come si dice:
    è tutto unu bisiniss ;-)

    battute a parte è interessante

    P.S.
    come va Cristian? Sei mancato per un pò, ormai il posto mi è diventato familiare è vengo spesso a farti visita durante la settimana, ormai mica puoi mancare quando vuoi :-)

    scherzo ovviamente

    Ciao
    Alessandro

  2. visto che sull’argomento so poco o niente e non ne ho sentito parlare molto, mi sono permesso di aggiungere il link tradotto in inglese del tuo blog su dba-village, altro sito dove rispondo su questioni Oracle

    Ciao
    Alessandro

  3. Ciao Alessandro,
    mi scuso per la latenza, ma in questo periodo il lavoro mi lascia poco tempo libero, spero di recuperare.

  4. [...] Recenti Alessandro Deledda su Informazione di servizio: Semi…Cristian Cudizio su Cloud Computing?Alessandro Deledda su Cloud Computing?Alessandro Deledda su Cloud Computing?Stefano [...]

  5. [...] il primo di ottobre quando scrissi il primo post dedicato a questo argomento intitolato: “Cloud Computing?“. Da allora tengo un po’ d’occhio, per quanto mi è possibile perché non è [...]

  6. [...] Cloud Computing? Oggi in un quadratino della mia pagina su iGoogle ho notato un titolo di un un’articolo di punto informatico :  “ Stallman: dite no al cloud computing “. Il titolo mi ha incuriosito e sono andato a leggere subito l’articolo. blog: Oracle and other | leggi l'articolo [...]

  7. [...] Cloud Computing? Oggi in un quadratino della mia pagina su iGoogle ho notato un titolo di un un’articolo di punto informatico :  “ Stallman: dite no al cloud computing “. Il titolo mi ha incuriosito e sono andato a leggere subito l’articolo. blog: Oracle and other | leggi l'articolo [...]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com. | The Pool Theme.
Entries e commenti feeds.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 70 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: