La virtualizzazione per MS nel 2011

mercoledì 13 aprile 2011 alle 13:53 | Pubblicato su cloud, virtualizzazione | 1 commento
Tag: , ,

A oltre un anno dal mio ultimo post sul Cloud computing e sulla virtualizzazione, due cose che sono molto legate fra loro, oggi mi è toccato di vedere sulla mia home page di iGoogle un titolo di un articolo di punto informatico che ho voluto andare a vedere. Come faccio spesso nei miei post devo fare una piccola parentesi: ho smesso da tempo di leggere punto informatico, una delle cose che mi faceva imbestialire era il fatto che in ogni articolo si trovavano solo link autoreferenziali e mai a fonti esterne, oggi pare abbiano cambiato e imparato cos’è internet. Dopo aver letto le prime tre righe di questo articolo sulla Virtualizzazione secondo MS ho però cercato di capire cos’è PI, qui si dice che è “il più autorevole quotidiano di informazione su Internet e Tecnologia in Italia dal febbraio del 1996“, io mi chiedo, dopo aver vinto la mia repulsione ed aver letto le tre pagine di quello pseudo articolo, che poteva essere attuale forse tre anni fa, da cosa derivi questa autorevolezza.  L’articolo sta sotto la sezione “Approfondimenti Partner” e  visto anche la sviolinata per  MS che nel 2011 ha scoperto la virtualizzazione ne deduco che PI sia partner di MS, ma come fa un autorevole quotidiano di tecnologia ad essere partner di una azienda software?

Sono molto acido perché confesso di avere sempre  più in antipatia MS, i suoi prodotti e l’ostinazione e pervicacia di quanti responsabili di sistemi informatici si buttano sui prodotti di questa grande azienda che fa buoni prodotti, quando altre aziende li hanno fatti 10 anni prima.

Leggendo quell’articolo mi sembrava di avere un déjà vu , di leggere un articolo su XEN o VMWare o Oracle VM o si Amazon AWS di tre anni fa, quando sappiamo che nell’informatica tre anni sono molti.  Solo pochi giorni fa Alex Gorbachev ha pubblicato su pythian questo post  in cui spiega come accendere in pochi minuti una macchina virtuale sui servizi di amazon (per i nuovi iscritti per un anno gratis), ho provato io stesso, investendo ben 6 centesimi di dollaro che mi verranno addebitati sulla mia Postepay a fine mese per provare un paio d’ore una macchina con Oracle Enterprise Linux e il nuovo Oracle database Express edition 11gR2 beta.

C’è l’ho con MS perché l’utente medio è affascinato dalle finestrelle e dagli effetti grafici, più che non dalla sostanza, pochi giorni fa Eddie Awad ha condiviso su google buzz un interessante articolo in cui si cerca di spiegare con un esempio concreto perché l’interfaccia a linea di comando (CLI) è superiore alle interfaccie grafiche (GUI).

Ho foderato questo post di link (a mio modesto parere tutti interessanti) perché non ho la pretesa di essere autorevole, ma penso che la miglior informazione sia dare riferimenti a fonti ed esempi concreti e magari attuali.

About these ads

1 commento »

RSS feed dei commenti a questo articolo. TrackBack URI

  1. Grazie Cristian,
    io l’ho trovato un articolo molto interessante per quanto mi riguarda


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com. | The Pool Theme.
Voci e commenti feeds.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 58 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: