Dead Connection Detection. Parte II

venerdì 2 novembre 2007 alle 02:34 | Pubblicato su Installation and Configuration | Lascia un commento

Nel mio ultimo post credevo di aver trovato la soluzione al problema delle sessioni che per diversi motivi possono rimanere appese in Oracle. In effetti ho risolto il problema delle sessioni, ma oggi ho scoperto che rimane il problema dei processi. Mi spiego: oggi il server di sviluppo è tornato nuovamente inacessibile dagli sviluppatori, la situazione che ho travato era: 40 Sessioni, 150 processi. Gran parte di questi processi non era legata ad alcuna sessione.

Quello che è successo, immagino, è che Oracle con il meccanismo DCD chiude bene la sessione, ma lascia il processo server (i processi senza sessione erano tutti SHADOW) li, fino a quando il numero complessivo di processi arriva al numero massimo stabilitato dal parametro PROCESSES. Questa non è una bella cosa, siamo di nuovo un una situazione per cui la soluzione più veloce è il riavvio dell’istanza Oracle.  Un’alternativa, su server Windows è usare “Process Explorer” e killare a manina, uno per uno, i thread relativi ai processi abbandonati, cosa poco pratica, utilizzabile se proprio è un’eresia dover riavviare l’istanza. Questo problema comincia veramente a seccarmi.

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: