Privilegi per Data Pump: parte II

giovedì 15 gennaio 2009 alle 15:08 | Pubblicato su Diario | Lascia un commento

Circa un mese fa ho scritto un post intitolato “Privilegi per Data Pump” in cui parlavo di un piccolo problema che ho avuto con i privilegi necessari per fare una determinata operazione con Data Pump. In quell’occasione, o meglio in occasione della realizzazione della procedura che nello stesso post descrivo velocemente, e che poi ho scoperto essere una cosa molto grossolana, dicevo, in quell’occasione notai una caratteristica interessante di data pump, ovvero che l’import creava automaticamente anche lo schema/utente.

Ebbene, oggi in occasione di alcune operazioni di import export in cui utilizzavo data pump ho pensato di sfruttare il fatto che appunto data pump crea da solo lo schema, ma la cosa non è così immediata.

L’operazione che cercavo di fare io erano le seguenti:

  1. expdp utente/password_utente directory=directorymia dumpfile=miodump.dpdmp schemas=utente
  2. impdp system/password_system directory=directorymia schemas=utente remap_schema=utente:utente logfile=logfile.log  dumpfile=miodump.dpdmp

Le due operazioni sono su due macchine diverse. L’importazione però, fatta così, mi dava errore perché appunto non esisteva lo schema “utente”. Sulle prime sono rimasto un po’ perplesso e sono andato a rivedere la descrizione del parametro SCHEMAS di impdp sul manuale, la quale dice che se l’utente che esegue l’import possiede il privilegio IMP_FULL_DATABASE allora viene creato anche lo schema/utente con ruoli (roles) ecc. Non funzionando però ho pensato appunto ad una cosa simile al mio problema precedente, allora ho provato a fare l’export da utente privilegiato (nel mio caso da utente SYSTEM) e in effetti poi ha funzionato.

In realtà, poi, leggendo bene la documentazione, più precisamente la descrizione del parametro SCHEMAS per expdp, ho capito qual’è il problema/inghippo. La documentazione dice che se l’utente che effettua l’export ha il privilegio EXP_FULL_DATABASE allora vengono esportate anche informazioni addizionali su oggetti non di schema, così che gli schemi possono essere ricreati al momento dell’import. Tali informazioni sono appunto le definizioni degli utenti, i ruoli ecc.

Accesso alla documentazione Oracle

Scrivendo questo post mi sono convinto di aver fatto bene ad aver installato tutta la documentazione Oracle su un web server locale  aziendale,  mentre scrivevo ho fatto diversi tentativi di accesso alla documentazione on-line di Oracle, ma dopo un paio di errori sono stato rimandato a questo splash, non è la prima volta che mi capita.  La cosa per fortuna si è risolta abbastanza in breve, prima che io pubblicassi questo post🙂

Lascia un commento »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: