Open Cloud Manifesto

mercoledì 1 aprile 2009 alle 01:30 | Pubblicato su Servizi Web Evoluti | 4 commenti

Veloce post di aggiornamento; oggi ho fatto una rapida ricerca utilizzando le parole chieve “cloud manifesto” e sono giunto al sito http://opencloudmanifesto.org/ . Ho trovato altri link che ho aggiunto come P.S. al post di ieri in cui cercavo di fare un po’ il punto della situazione. Incidentalmente ero capitato su questo argomento e sembrava si trattasse ancora di un documento non pubblicato.  Non so se sia questo, ma lo sembra, e se lo è non ho idea di quando possa essere stato pubblicato, fatto sta che google lo ha gia indicizzato. C’è anche un blog che ne pubblica una bozza al 27 Marzo.

Gli ho dato una letta veloce, c’è un paragrafo intitolato “The Goals of an Open Cloud” che forse riassume quello che è l’obbiettivo più “forte” di questo manifesto, offero incentivare i fornitori di servizi di Cloud Compunting a collaborare per sviluppare piattaforme compatibili, ovvero che permettano facilmente la migrazione per un cliente da un fornitore all’altro.

A me sembre un po’ eccessiva come richiesta, non a caso fra i partecipanti non c’è Amazon, la quale, per quel che ho capito, per il servizio EC2 usa le AMI (Amazon Machine Images) che come desumo dal nome e da quel poco che ho letto sul sito aws.amazon.com sono immagini in formato proprietario che forse è difficile spostare su un servizio concorrente. A me sembra come chiedere che tutti i DBMS supportino un metodo unico per passare da uno all’altro, ad esempio faccio un export con Oracle Data Pump e  poi posso caricare questo Dump su SQL Server.

P.S.

ieri sera mi chiedevo: ma il cloud computing può anche essere definito web 3.0 ?

P.P.S.

Stando a questo link sembra proprio lavoro di questi giorni (28 marzo 2009).

….

ed infine, http://www.elasticvapor.com/ qui sembra si possa capire qualcosa di più sull’iniziativa “Open Cloud Manifesto”

4 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. mah, come dire per ora vedo molto fumo e poco altro

    resto alla finestra per vedere come si ha intenzione di proseguire

    • Beh, forse hai ragione ed io sono un po’ troppo preso dall’entusiasmo. Però è vero che molte tecnologie hanno successo anche se non sono proprio superiori, ma perché sono pubblicizzate meglio (il famoso marketing).

  2. E’ giusto che se ne parli, anzi personalmente ciò che so sull’argomento lo devo a te🙂

  3. A mio avviso la richiesta non è eccessiva. Se il cloud computing non si baserà su servizi interoperabili, sarà solo outsourcing.

    Per ora molte iniziative di cloud computing somigliano a iniziative di fog computing.

    Recentemente ho partecipato a EGEE (Enablig Grid for E-Science) 2009 a Catania. Il mondo accdemico si sta muovendo con idee piuttosto chiare sul fronte Cloud e interoperabilità.

    E’ evidente che ogni fornitore desidera che i clienti siano propri e non possano passare facilmente ad un altro.

    Sono i clienti, normalmente, a desiderare gli standard per essere in grado di cambiare idea.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: