Leggere la documentazione troppo in fretta

giovedì 10 settembre 2009 alle 10:19 | Pubblicato su 11g | 3 commenti
Tag: , , , ,

Ieri ho proseguito i test di installazione del nuovo Oracle 11gR2. Dopo aver scoperto che mi mancava da scarica la parte relativa alla “grid infrastructure” (di cui ho parlato ieri) ho aspettato un po’ ma siccome non stavo più nella pelle ho cominciato con l’installazione del software della parte database.  E’ andato tutto molto bene, ho aggiornato qualche pacchetto rpm prendendolo dal quelli di Centos, cosa non sapevo se funzionasse, ma pare funzionare senza problemi. Solo il pacchetto glibc non soddisfava il requisito e per evitare tutta la catena di dipendenze l’ho ignorato. Colgo l’occasione per un “disperato appello”:  In Red Hat la distinzione nei pacchetti fra versione 32 e 64 bit ll’ho trovata solo nel file rpm, mentre facendo la tipica interrogazione rpm -qa si ha una cosa di questo genere:


[root@test11gR2 ~]# rpm -qa glibc
glibc-2.3.4-2.36
glibc-2.3.4-2.36

ora, il fatto di vederne due fa dedurre che siano installate sia la versione 32 che quella 64 bit, ma se ce n’è una sola come si fa a sapere qual’è?

Installata la parte software del database nel frattempo è terminato il download della parte “grid infrastructure”. Qui non ho ben capito come è il nuovo standard OFA, in ogni caso ho installato fuori dalla ORACLE_BASE del database la parte di grid infrastructure, in quanto un avviso mi diceva che tutto il percorso dell”installazione “grid infrastructure”, nel caso di cluster (quindi non il mio caso) sarebbe stato alla fine impostato sotto la proprietà di root. In ogni caso anche questa parte di installazione è andata liscia.

Finita l’installazione dei software ho lanciato asmca, mi ero preventivamente preparato due fette di disco da utilizzare con asm, ho così creato due disk group, e  a questo punto ho trovato un piccolo ostacolo la parte relativa alla configurazione di ADVM e ACFS era disabilitata.

Apro un’altra breve parentesi: in questi giorni è più facile scaricare gigabyte di software dal sito di Oracle che consultare on-line la loro documentazione.

Chiusa la parentesi. Nella fretta dunque ieri sera ho cercato fra la documentazione se c’era qualche requisito particolare  per queste due funzionalità (ADVM e ACFS) e da qualche parte ho trovato qualcosa che parlava di driver, per cui sono arrivato qui. Ho provato a lanciare il comando “acfsload start -s” ed ho ottenuto:

ADVM/ACFS is not supported on Redhat 4

Stamattina quindi, a ritroso, sono tornato sulla documentazione a cercare dove questo requisito era indicato e sono arrivato qui, dove si dice che le due feature sono supportate solo su OEL 5 o RH 5, il che mi fa sospetattare non funzionino neppure su SuSE (il che mi dispiacerebbe un po’).

Ora quindi, avendo gia scaricato OEL5U3 voglio preparare una macchina virtuale nuova di zecca, il che mi richiederà ulteriori ripassi su XEN.

3 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. Butta via Red Hat e passa a debian😀

    (No, scherzo, non farlo: Oracle non la supporta e l’installazione è una PENA)

    • Non è che Red Hat mi piaccia, gia in passato ho descritto alcuni delle cose che non mi piacciono e che continuano ad essere uguali, quindi a non piacermi. La Debian non l’ho mai provata (o forse l’ho provata qualche lustro fa) ma sembra essere la più rinnomata

  2. Ho trovato una richiesta nella documentazione per RHEL 5.4, non ricordo per cosa ma era ASM, leggi bene prima che devi ri-installare tutto🙂


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: