Virtualizzazione con XEN

giovedì 29 ottobre 2009 alle 29:35 | Pubblicato su Linux, virtualizzazione | 5 commenti
Tag: , ,

Una serie di interessanti post recenti di Dizwell sulla virtualizzazione hanno risvegliato in me l’interesse per queste tecnologie. In particolare egli ha iniziato con un bel post in cui faceva una sorta di recensione di sistemi di virtualizzazione, in seguito egli si è concentrato su quello apparentemente più interessante XenServer di Citrix.  Apro qui una parentesi, il sito di citrix su XenServer è http://www.citrix.com/xenserver/ ma io lo trovo frequentemente giu, una cosa preoccupante direi. Chiusa la parentesi.

XenServer sembra un prodotto interessante, non molto diverso come base da Oracle VM, ovvero una distribuzione Linux minimale; la differenza la fa il “contorno”, a partire dagli strumenti di amministrazione per arrivare alle caratteristiche “enterprise”, che nel caso di XenServer sono quelle che si comprano, mentre la base è gratuita.

L’ultimo post di Dizwel, è un po’ “amaro”, infatti egli ha incontrato dei limiti di XenServer che gli impediscono di  utilizzarlo in “produzione”, produzione tra virgolette perché il suo progetto è quello di consolidare gli ambienti di test. I suoi racconti mi hanno incuriosito e spinto a capire meglio come funziona Xen, a tale proposito voglio segnalare che fra i manuali di Red Hat ve ne è uno sulla virtualizzazione molto interessante, qui. Volevo segnalare questo manuale perché vi ho trovato cose che ho cercato anche tempo fa, come un metodo per generare nuovi mac-address o il sistema per accedere ai file all’interno delle immagini dei dischi.

Vi sono due dubbi che mi rimangono:

1) cosa sono i template di cui parla Dizwell; in effetti non mi è chiaro il meccanismo di creazione di una nuova VM, io utilizzo l’interfaccia grafica di virtual machine manager ma non ho ancora capito i meccanismi che stanno dietro. L’ultima VM che ho creata l’ho fatta con OEL 5.3 senza bisogno di “template”.

2)sulle vm che ho creato, di tipo “para-virtualised” il kernel xen non attivo il supporto per le HugePages, mi chiedo se questo sia dovuto al fatto che in questa configurazione non è possibile averle oppure se semplicemente è possibile ricompilare il kernel ed attivare tale supporto.

Sono convinto che conoscere a fondo i meccanismi di funzionamento di Xen possono aiutare a gestirlo e utilizzarlo al meglio, quindi farò di tutto per colmare le mie lacune.

5 commenti »

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

  1. Ciao,

    Riguardo ai “Template” credo che l’eccezione sia presa da una caratteristica di VMware ESX di poter prendere una macchina virtuale precedentemente creata e renderla un Template. In questo modo alla necessità di una nuova vm il deploy è molto veloce e non richiede una riconfigurazione totale (a parte qualche accorgimento tipo sysprep).

    Scusami ma per le HugePages non credo ti possa aiutare anche se mi sembra strano che il kernel non l’abbia abilitato mentre è più probabile che siano disabilitate a livello di conf (mi ricordo che su RHEL mi era successa una cosa simile)

    Complimenti per l’articolo! Ho appena acquistato un server da casa (diciamo un desktop molto potente) per fare alcune prove su oracle e credo che la mia scelta finale resterà su vmware-server (a meno che kvm su RH non esploda in stabilità). Innanzitutto perché scegliere un Hypervisor richiede di dedicare la macchina alla virtualizzazione ma sopratutto perché alla potenza della paravirtualizzazione preferisco ancora la stabilità del prodotto… Oltretutto anche la versione free permette le VMI (http://www.vmware.com/interfaces/paravirtualization.html)

    ciao🙂

    • Ciao iaio,
      sulle hugepages è come dici tu, ovvero, il kernel è compilato senza il supporto.
      Vorrei sottolineare comunque, che Xen, soprattutto in fatto di gestione, è probabilmente inferiore a VMWare (è molto tempo che non usa VMWare quindi non lo conosco bene) però quanto a stabilità, posso testimoniare che per la gestione dei nostri ambienti di test uso una macchina con OEL 5 e Xen 3.0 sul con il quale ho fatto e martellato diverse macchine virtuali e non ha mai fatto una piega; quindi secondo me è molto robusto

  2. […] Recenti Cristian Cudizio su Virtualizzazione con XENiaio su Virtualizzazione con XENMarco su Standby Database per Oracle St…Cristian Cudizio su Calcoli aritmetici dalla bash […]

  3. I’ll try to keep it simple. You can create any virtual machine you like, with whatever OS you like, using the ‘Other’ supplied template. But if you take that route, you lose the paravirtualisation technologies that are an integral part of the ‘Centos 5.3’ or ‘Suse 10.1’ or whatever other “named templates” you care to mention. The virtual machine you build using the ‘Other’ template will therefore function entirely correctly… but very slowly (relatively speaking). It will be using hardware *emulation*, not virtualisation, and the difference in speed of anything you care to mention is in the order of several magnitudes (so, speaking plainly 10 or 100 times slower than if fully paravirtualised).

    My problem with Xen is that they release a version of their product (say, 5.5.0) in (say) July 2009 with a wide spectrum of properly-paravirtualised templates (such as Centos 5.3). They work brilliantly, with near-native speeds (i.e., the virtual servers built this way run at near 100% of what they would have if built on the same physical hardware as physical machines).

    The second, however, that you want to deviate around the supplied templates, you are doomed. Centos 5.4, for example, will not install within the 5.3 template, and there is no provision for Citrix to release a 5.4 template independently. So, you either can’t install Centos 5.4 period. Or you can install it as part of an ‘Other’ template, which means the final VM will not be properly paravirtualised and will therefore be doing hardware *emulation*, slowly. Either way, you do not end up with a functional Centos 5.4 virtual machine guest that is worthy of the name,

    Citrix’s response to this is to say “we designed it that way” and “wait for the next release of Citrix XenServer”. Which is sometime in 2010.

    If you would like to experiment with (say) Centos 5.4 in the meantime, you cannot do so effectively with XenSever.l

    I find that unacceptable and rather sad; Especially given that other VM bare metal hypervisors have no problem supporting a Centos 5.4 VM with ease (as ESXi 4.0 does).

    • Thank you a lot Howard to stop by here and for your comment. My problem is that i don’t know Citrix XenServer, i’ve still to test it and only when i will have tested and used it really maybe i will understand what exacly templates are. I’ve made some tests with xen in Oracle Enterprise Linux 5 (so xen 3.0) and here i’m able to create a new machine with OEL 5.3 without nothing else that OEL5.3 DVD installation ISO which already includes “xen-aware” kernel.
      I suspect that the difference is that with templates the process of creations of a new machine in more fast because you have not to do a new operating system installation.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.
Entries e commenti feeds.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: